Ministero della pubblica amministrazione

logo

             

 

IC Carducci Vochieri Alessandria

Sezioni con sperimentazione di Latino

L’insegnamento della lingua latina si articola nel modo seguente:
- nel 1° anno: delle 6 ore curricolari di Italiano, una viene dedicata in maniera specifica: ai quadri di civiltà latina (Le origini di Roma, la famiglia, la scuola, il gioco, l’alimentazione, le abitazioni) e al relativo lessico specifico. Sono anche presentate agli allievi schede per un raffronto linguistico immediato con l’Italiano (ad esempio parole latine ancora in uso, il Latino nella pubblicità). Viene consigliato l’acquisto del testo F. Nicco, S. Nicola, Juppiter, Lingua e civiltà di Roma antica, DeAscuola, Petrini editori;
- nel 2° anno: delle 6 ore curricolari di Italiano, una nell’orario del mattino è dedicata specificatamente allo studio della Lingua latina, dove vengono affrontate la fonetica, la I e la II declinazione e sono introdotti alcuni tempi verbali del modo indicativo. Tutto ciò guida gli allievi alla traduzione di frasi e versioni. Costante è il confronto con la lingua italiana, della quale è affrontato lo studio dell’analisi logica, che procede di pari passo con lo studio del Latino. Per approfondire le competenze acquisite nella lezione settimanale del mattino, per due ore gli alunni rientrano al pomeriggio per completare anche in forma laboratoriale il processo di apprendimento (i rientri pomeridiani di due ore sono 15 e si svolgono preferibilmente ogni 15 giorni, ma potranno essere programmati anche settimanalmente, se ciò potrà essere maggiormente produttivo per l’apprendimento e la suddivisione del carico di lavoro degli alunni). Le ore svolte in orario extracurricolare sono a carico delle famiglie; è previsto l’acquisto del testo F. Nicco, S. Nicola, Juppiter, Lingua e civiltà di Roma antica, DeAscuola, Petrini editori;
- nel 3° anno: delle 6 ore curricolari di Italiano una è dedicata al mattino allo studio della Lingua latina con l’analisi della III, IV, V declinazione e della forma passiva dei verbi del modo indicativo e con l’affinamento delle tecniche di traduzione. Per approfondire le competenze acquisite nella lezione settimanale del mattino, per due ore gli alunni rientrano al pomeriggio per completare anche in forma laboratoriale il processo di apprendimento (i rientri pomeridiani di due ore sono 15 e si svolgono preferibilmente ogni 15 giorni, ma potranno essere programmati anche settimanalmente, se ciò potrà essere maggiormente produttivo per l’apprendimento e la suddivisione del carico di lavoro degli alunni, soprattutto in vista anche della preparazione più specifica all’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione).

Le ore svolte in orario extracurricolare sono a carico delle famiglie.

In primo piano